amarcord.amicinellarte.it
English Version Versione in Italiano 
Visitatori: 5.204.927
Martedì, 23 Ottobre 2018


PRIMO PIANO

SOCI

GALLERIE PERSONALI

CALENDARIO

PRESS ROOM

LINKS

LOGIN
Ricorda Login 

CERCA NEL SITO

Ricerca avanzata > 



HUMOR'S CORNER

SEGNALA UN EVENTO

IN EVIDENZA


ISCRIVITI AL SITO

COME ASSOCIARSI

*PAYPAL*

CERCO / OFFRO

PRIVACY

AGGIORNAMENTO
15 Settembre 2017





EVENTI
2016

Nikola Tesla - il progetto


Mostra Internazionale d'Arte Contemporanea ispirata al grande scienziato serbo

22-31 luglio 2016 - ex-Chiesa Anglicana - Alassio (SV)

Nikola Tesla
“Nikola Tesla, un genio volutamente dimenticato”

logo del Circolo

“Nikola Tesla. Utopia o realtà?”
Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea
22 - 31 luglio 2016
ex-Chiesa Anglicana - Alassio (SV)

 

 progetto

  1. DENOMINAZIONE DELL’INIZIATIVA
    Titolo: Nikola Tesla. Utopia o Realtà?
    Sottotitolo: Nikola Tesla, un genio volutamente dimenticato
    Tipologia: Rassegna Internazionale d’Arte Contemporanea

  2. ENTI PATROCINANTI
    Comune di Alassio
    Provincia di Savona
    Regione Liguria

  3. SPONSORS
    ...

  4. LUOGO E DATA DI REALIZZAZIONE
    Location: ex-Chiesa Anglicana - Alassio (SV)
    Periodo: 22 - 31 luglio 2016
    Inaugurazione: giovedì 21 luglio 2016 - orario da stabilire
    Orario: da stabilire

  5. CONTENUTI
    Marco Pizzuti
    , noto divulgatore scientifico italiano nel campo dell’energia, scrivendo di Nikola Tesla, all’inizio del suo libro “Scoperte scientifiche non autorizzate”, riporta testualmente: “Mi chiamarono pazzo nel 1896 quando annunciai la scoperta dei raggi cosmici. Ripetutamente si presero gioco di me e poi, anni dopo, hanno visto che avevo ragione. Ora presumo che la storia si ripeterà quando affermo che ho scoperto una fonte di energia finora sconosciuta, un’energia senza limiti, che può essere incanalata”.
    In questo modo l’inventore e ingegnere elettrico serbo Nikola Tesla apre il primo capitolo della sua autobiografia, un volumetto scarsamente conosciuto. La stragrande maggioranza della gente ignora infatti che egli è ritenuto il vero padre di molte delle invenzioni che ognuno di noi usa tutti i giorni nella vita quotidiana e che queste sono fra le più grandi conquiste tecnologiche del XX secolo.
    Infatti sono opere di sua ideazione la prima grande centrale idroelettrica del mondo (cascate del Niagara), i sistemi elettrici polifase a corrente alternata della rete elettrica, i motori a campo magnetico rotante degli elettrodomestici, il tubo catodico dei vecchi televisori, il tachimetro/contachilometri delle automobili, le lampade a vuoto luminescenti (neon), le porte logiche dei pc, il radar per il controllo del traffico aereo e indispensabili strumenti di comunicazione moderna, come la radio.
    Molti lo considerano il “Leonardo del ‘900”. Altri, invece, solo un pazzo visionario. È indubbio però che a 30 anni il giovane ingegnere aveva già realizzato numerosissime invenzioni e vantava un gran numero di brevetti, che giunsero ad essere quasi 300 al termine della sua vita.
    Ma ci interessa anche conoscere e riflettere sulla sua vita di uomo. Egli conobbe e frequentò per un certo periodo Thomas Alva Edison, del quale divenne poi acerrimo rivale per via della “guerra delle correnti”. Collaborò proficuamente per molti anni con George Westinghouse, il quale condivise le sue idee, ottenendo brillanti risultati. In seguito si scontrò con i potenti industriali americani e le relative lobbies, capeggiati dai banchieri J. P. Morgan, P. M. Warburg e J. D. Rockfeller, che lo osteggiarono aspramente quando scoprirono che la sua intenzione era quella di divulgare gratuitamente, a beneficio di tutti, le sue formidabili invenzioni e gli tolsero ogni finanziamento e usarono contro di lui i giornali da loro controllati, impedendogli così di conseguire i suoi obiettivi. Morì vecchio, povero e solo in una camera d’albergo a New York.
    Agli artisti del Circolo interessa approfondire i due versanti della “storia di Tesla”: le scoperte scientifiche e la vicenda umana. Egli, pur essendo un genio e avendo gettato le basi della rivoluzione tecnologia del XX secolo, si ritrovò povero, solo e abbandonato da tutti, così come spesso accade anche nel nostro tempo a persone straordinarie, al di fuori degli schemi.
    La figura di Tesla sarà quindi oggetto della nostra ricerca intellettuale ed artistica allo scopo di rivalutarne e divulgarne la memoria e le innumerevoli scoperte, soprattutto a beneficio dei giovani.
    Si riporta in conclusione uno dei fondamentali pensieri di Nikola Tesla:
    “La scienza è solo perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’umanità”.

  6. OBIETTIVI
      • Mediante l’arte e la cultura, svolgere un’azione educativa nel tessuto sociale, con particolare riguardo ai giovani, rendendoli consapevoli che essi sono “strumento” di civiltà e progresso;
      • far conoscere e divulgare il contributo che le invenzioni dello scienziato Nikola Tesla hanno fornito all’umanità intera;
      • far conoscere e divulgare anche il valore intrinseco di Tesla come persona, raccontare le sue vicissitudini e illustrare i suoi principi etici;
      • proporre ai giovani un modello di vita straordinario che possa guidare le loro scelte e alimentare le loro speranze in un futuro migliore, sotto ogni profilo;
      • studiare ed approfondire le invenzioni ed i brevetti di Tesla dal punto di vista scientifico, considerando che essi sono i capisaldi della tecnologia che utilizziamo quotidianamente;
      • rendersi conto che, se l’automobile a corrente alternata ideata da Nikola Tesla fosse stata prodotta su larga scala decenni fa, in questo momento non ci troveremmo a contrastare l’inquinamento tremendo che sta soffocando il pianeta, provocato dall’eccessivo riscaldamento dell’atmosfera;
      • rendersi conto che Tesla fu in grado di ricavare energia in forma gratuita, sfruttando le correnti elettriche della Terra ed i raggi cosmici;
      • considerare che la finalità di Tesla era di fornire a tutti energia gratuita ed illimitata poiché per lui le reti elettriche erano soltanto uno stadio intermedio nel percorso verso un sistema senza fili, in grado di spedire intorno al globo informazioni ed energia, cosa che poco più tardi diede origine al telegrafo senza fili, alla radio, alla televisione ed anche ad Internet;
      • riflettendo sulla sua vita e sulla scarsa importanza che Tesla attribuiva al denaro, moderare il consumismo esasperato che ci sta attanagliando per vivere una vita più semplice e sana a contatto con la natura;
      • considerare il denaro come un “mezzo” e non come un “fine”, alla luce di ciò che dovette subire il grande inventore a causa di banchieri senza scrupoli nel XX secolo e di ciò che noi stiamo vivendo oggi;
      • rispettare la natura, attualmente vittima di politiche dissennate di sfruttamento esasperato e di inquinamento incontrollato;
      • interagire con i popoli di tutto il mondo, rispettando il patrimonio culturale di ognuno, senza barriere ideologiche e religiose.
  1. MODALITÀ DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO
      • ARTE
        Gli artisti partecipanti dovranno affrontare con i loro lavori la molteplicità di questi temi, e darne rappresentazione con un’opera significativa, utilizzando al meglio la propria tecnica espressiva. In tal modo potranno interagire efficacemente con la gente, al fine di scuotere le coscienze e risvegliare gli animi per una consapevolezza piena e responsabile delle proprie conoscenze tecnologiche ed umane.
        Sarà dato spazio alla partecipazione di artisti di ogni parte del mondo, contattati mediante il Web, i Social Network e saranno ammesse opere di qualsiasi stile e tendenza, non solo di pittura, scultura e ceramica, ma anche di fotografia, di video-art ed installazioni.
        Una Commissione, formata da critici d’arte ed operatori del settore, selezionerà le opere presentate, in modo da garantirne il livello qualitativo.
        Se economicamente possibile, sarà stampato un esauriente catalogo a colori, che costituirà un’accurata documentazione dell’evento. Diversamente, esso sarà realizzato online.
        Come consuetudine, oltre a diffusione di inviti, locandine e manifesti, sarà data massima diffusione all’evento mediante il supporto dei vari “media”, giornali, radio e televisioni, compresi il Web ed i Social Network.

DATI ORGANIZZATIVI - Gli artisti interessati al progetto dovranno fornire la loro adesione al più presto. Potranno presentare una o due opere di dimensioni medie (max. cm. 100 x 100), fornire la foto digitale, corredata dei dati, entro il 15 giugno 2016 ed infine far pervenire l’opera stessa per l’allestimento entro il 15 luglio 2016 presso la sede del Circolo “Amici nell’Arte” noprofit, via Verneto 10 – 17033 Garlenda (SV). La quota di partecipazione è fissata in € 50.00.
CURATORE - Il curatore internazionale d’arte contemporanea dott. Pierluigi Luise (www.pierluigiluise.com/) si occuperà dell’allestimento della mostra.
CRITICO – La mostra sarà presentata dal punto di vista artistico dalla dott.ssa Francesca Bogliolo, valente critico d’arte del panorama contemporaneo.

      • CULTURA
        Al fine di illustrare l’argomento e sviscerarne le problematiche, sia nei mesi precedenti la mostra, sia durante la stessa, saranno organizzate una serie di conferenze sul tema con la partecipazione di professori di Matematica, di Scienze e di Fisica, filosofi, critici d’arte e giornalisti, Le conferenze avranno anche il supporto di filmati, di slides e ascolto musicale e saranno aperte anche a studenti, scolaresche e alla comunità.
        Il dott. Patrizio Gravano (www.patriziogravanocommunications.com/), brillante studioso e divulgatore di materie scientifiche e matematiche, nonché cultore di studi storici, terrà una conferenza sulla figura di Nikola Tesla e sull’importanza che le sue scoperte hanno avuto sul progresso scientifico del XX secolo.
        L’arch. Gian Maria Barbotto (www.barbotto.it/), uno dei fondatori del gruppo “Light Blue Dolphin” (www.lightbluedolphin.com/) che si occupa della ricerca di energie alternative non inquinanti e lavorando sulle invenzioni e brevetti di Tesla relativi all’habitat ed alla difesa della natura, terrà un’ampia esposizione sull’applicazione concreta delle scoperte dell’inventore serbo che questo gruppo sta realizzando mediante il progetto “Fiore di Loto”.
        L’arch. Barbotto sarà presente all’inaugurazione insieme con altre eminenti personalità.
      • MUSICA
        Poiché, fin dagli inizi della sua fondazione, l’attività culturale del Circolo ha sempre avvicinato in una simbiosi armonica l’Arte e la Musica, anche in questa edizione si prevede l’arricchimento dell’iniziativa sotto l’aspetto musicale, usufruendo della collaborazione degli associati musicisti e video-artisti.
      • LABORATORI
        Come nelle precedenti edizioni potranno essere realizzati dagli artisti del Circolo laboratori artistici di ceramica Raku e di pittura, a beneficio del pubblico, in modo da poterli coinvolgere direttamente nel mondo dell’arte e delle sue varie tecniche. 
      • LAND ART
        In relazione alla tipologia della sede espositiva, potranno essere realizzati, com’è consuetudine del Circolo, una grande installazione in simbiosi con la fisionomia del territorio, con la sua storia e con le problematiche suggerite dal tema.
      • SCUOLE
        Il tema stesso rimanda immediatamente ad una collaborazione proficua e imprescindibile con il mondo della Scuola, mediante l’intervento specifico di docenti e di studenti.
        Saranno contattate molti Istituti del territorio, dalla Scuola primaria all’Università, ricercatori e scienziati.
  1. DESTINATARI
      • giovani e studenti dalle Scuole dell’Infanzia all’Università;
      • docenti e divulgatori di materie scientifiche;
      • operatori culturali del territorio (biblioteche, fondazioni, circoli, …);
      • adulti e anziani di qualsiasi estrazione culturale;
      • portatori di handicap e individui disagiati;
      • turisti italiani e stranieri soggiornanti nella nostra Regione;
      • Uffici di Informazioni Turistiche;
      • operatori del settore turistico-alberghiero
      • esperti d’arte, galleristi e collezionisti;
      • giornalisti, addetti stampa, comunicatori e operatori dell’informazione, pubblicitari;
      • fotografi, editori, imprenditori;
      • dirigenti d’azienda, amministratori pubblici e privati, politici;
      • mondo dell’associazionismo;
      • estimatori ed “amici” dell’Arte e della Scienza in tutte le sue forme…
  1. RISORSE UMANE E STRUMENTAZIONI UTILIZZATE PER LA REALIZZAZIONE DELL’INIZIATIVA
    A seconda dei proventi economici che il Circolo riuscirà a reperire, le risorse umane impiegate per la realizzazione del progetto in esame potranno essere le seguenti:
      • ideatori del progetto, professori di fisica, matematica e scienze, scienziati e ricercatori, divulgatori scientifici, ingegneri, professionisti;
      • artisti, critici d’arte, galleristi, traduttori, tipografi, esperti web, grafici, tecnici del suono, giornalisti, cameramen ed addetti alla logistica, studenti e docenti.
  1. EVENTUALE CONTINUITÀ DELL’INIZIATIVA
    Si prevede la possibilità di presentare la Mostra in varie strutture prestigiose, sia nella nostra regione che nelle altre, e anche all’estero, dove il Circolo conta un buon numero di soci, soprattutto in Polonia, Romania, Slovenia e nell’America Latina, allo scopo di effettuare importanti scambi interculturali.

  2. ENTI COINVOLTI
    Regione Liguria » 
    Provincia di Savona »
    Comune di Alassio »

Garlenda, 23.04.2016

Il Presidente
Carmen Spigno

 


NIKOLA TESLA. UTOPIA O REALTÀ?
rientra nell’ambito del progetto artistico-culturale a sviluppo pluriennale
“Arte & Musica”
a cura del Circolo Artistico-Culturale
"Amici nell’Arte" noprofit di Garlenda
© 2001-2016


 

 documenti correlati


Documenti allegati

 nikola_tesla_progetto.pdf

 

« PrecSucc »


versione senza grafica
versione pdf





Copyright © Pascal McLee 2000-2017. All Rights Reserved.
Amici nell Arte noprofit - C.F. 90034540097
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni