amarcord.amicinellarte.it
English Version Versione in Italiano 
Visitatori: 5.351.321
Martedì, 21 Maggio 2019


PRIMO PIANO

SOCI

GALLERIE PERSONALI

CALENDARIO

PRESS ROOM

LINKS

LOGIN
Ricorda Login 

CERCA NEL SITO

Ricerca avanzata > 



HUMOR'S CORNER

SEGNALA UN EVENTO

IN EVIDENZA


ISCRIVITI AL SITO

COME ASSOCIARSI

*PAYPAL*

CERCO / OFFRO

PRIVACY

AGGIORNAMENTO
15 Settembre 2017





EVENTI
2015

Ulisse '69 - il progetto


Mostra Internazionale d'Arte Contemporanea ispirata al desiderio della scoperta

Savona - Fortezza del Priamar - 25 luglio / 16 agosto 2015

rewind
“Ulisse ‘69 - Il desiderio della scoperta”

logo del Circolo

“Ulisse ‘69”
Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea
25 luglio / 16 agosto 2015
da mercoledì a domenica
dalle 18.00 alle 23.00 con pausa-cena (20.00-20.30)

Fortezza del Priamar
“Cellette” del Palazzo della Sibillla
Savona

 

 progetto

  1. DENOMINAZIONE DELL’INIZIATIVA
    Titolo: Ulisse ‘69
    Sottotitolo: Il desiderio della scoperta
    Tipologia: Rassegna Internazionale d’Arte Contemporanea

  2. ENTI PATROCINANTI
    Comune di Savona
    Provincia di Savona
    Regione Liguria

  3. SPONSORS
    ...

  4. LUOGO E DATA DI REALIZZAZIONE
    Location: Fortezza del Priamar in Savona
    Periodo: 25 luglio – 16 agosto 2015
    Inaugurazione: 25 luglio 2015 - ore 18.00
    Orario: da mercoledì a domenica dalle ore 18.00 alle ore 23.00, con pausa-cena (20.30-21.00) - chiuso il lunedì e il martedì.

  5. OBIETTIVI
    Mediante l’arte e la cultura, svolgere un’azione educativa nel tessuto sociale in modo da:
      • diffondere l’interesse e l’amore per l’Arte e la Cultura come fondamenti di progresso sociale;
      • coinvolgere il più possibile i giovani, artefici della società futura, facendo loro comprendere che l’Arte e la Cultura sono i mezzi più idonei per attivare e potenziare lo sviluppo della persona e contribuiscono a formare cittadini consapevoli e responsabili;
      • potenziare, mediante l’azione sinergica della Scuola, della Famiglia e della Società, il desiderio di apprendere e di conoscere, al fine di raggiungere nuovi traguardi;
      • affrontare le avversità della vita con coraggio e determinazione, non lasciandosi abbattere dagli eventi contrari, trovando in se stessi l’energia interiore per reagire e superarle;
      • conoscere le interrelazioni e interdipendenze fra i popoli, imparando ad accettare usi e culture diversi;
      • ricordare che, nonostante gli enormi progressi scientifici e tecnologici che si evidenziano giornalmente nella nostra società, al centro di ogni ricerca va sempre posto l’Uomo e la sua “casa”;
      • aggiungere un’iniziativa di importante valenza culturale a quelle già presenti in campo turistico nel nostro territorio, sia a livello comunale e comprensoriale, sia a quello provinciale e regionale, mediante un’iniziativa culturale di alto livello qualitativo;
      • presentare nel Ponente ligure un evento, il connubio fra Ulisse ed il viaggio sulla Luna, ricco di valenze culturali e di profondi significati, ampiamente supportati dal nostro patrimonio storico-letterario.

  1. CONTENUTI
    “Ulisse ‘69” vuole essere un tributo alla figura di Ulisse e a quanti come lui hanno nei secoli esplorato mondi lontani e sconosciuti, anche a costo della propria vita.
    La missione spaziale Apollo XI, culminata con l’allunaggio del 20 luglio 1969, e la posa del primo piede sul suolo lunare hanno origine da quel desiderio di conoscenza che è innato nell’Uomo ed è lo stesso che ha spinto Ulisse a varcare le “Colonne d’Ercole”. Da ciò deriva il titolo della mostra.
    Ulisse, che nell’Odissea fu rappresentato con le sue molteplici caratteristiche, astuzia, coraggio, saggezza, ha alimentato per secoli l’immaginario collettivo occidentale.
    Il tema dell’uomo “errante” e navigatore, il cui sapere e la cui esperienza si arricchiscono sempre più lungo il cammino, ha esercitato un enorme fascino sulle letterature e sugli scrittori occidentali, che ne hanno fatto il simbolo del desiderio di conoscenza dell’uomo. Ne hanno intessuto le virtù Orazio, Seneca, Cicerone, ed in tempi più recenti Dante, Foscolo, Pascoli, D’Annunzio, Ungaretti, Saba, fino a giungere a Joyce.
    L’Ulisse di Joyce, ad esempio, rappresenta l’uomo moderno che aspira al ritrovamento di quei valori di cui viene privato dallo squallore e dalla sordida meschinità della vita quotidiana e del mondo che lo circonda.
    In ambito cinematografico, poi, il film “2001 Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick è una pietra miliare ed il protagonista ricorda l’eroe omerico nel sopportare con razionalità e pazienza gli imprevisti di quello che doveva essere solo un viaggio di scoperta e che lo porta a vagare nello spazio sospinto all’avventura dalla curiosità di conoscere unita al senso di esaltazione.
    Il tutto viene condensato nei versi del Sommo Poeta, Dante, che nel Canto XXVI dell’Inferno fa pronunciare ad Ulisse i famosissimi versi “fatti non foste per viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”, con i quali incita i suoi compagni a oltrepassare i limiti allora conosciuti.
    Proiettando i paradigmi dell’eroe Odisseo nella realtà quotidiana, la missione Apollo XI, che ha portato i primi uomini sul suolo lunare quel lontano 20 luglio 1969, è il simbolo dell’audacia dell’uomo, della sua inarrestabile curiosità intellettuale e della fiducia in una tecnologia avanzata, ma fragile, simboleggiata dalla storica frase di Neil Armstrong, quel « piccolo passo per l’uomo, grande balzo per l’umanità », che in fondo racchiude il senso di tutta l’avventura dell’uomo dello spazio.
    Questo innato desiderio di scoperta e di oltrepassare i limiti conosciuti tuttavia si sta ritorcendo contro l’Uomo, inducendolo ad eccedere nell’utilizzo di una tecnologia sempre più sofisticata e incontrollata, deleteria per il nostro Pianeta, come avvertono da più parti numerosi scienziati.

  2. MODALITÀ DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO
      • Arte
        Saranno invitati a partecipare artisti del Circolo ed altri ragguardevoli esponenti del panorama artistico contemporaneo, fra i quali italiani, rumeni, polacchi, sloveni, tedeschi, argentini e guatemaltechi.
        Ognuno potrà presentare, sul tema, un’opera di pittura, scultura, ceramica, fotografia, video-art e installazioni, di stile e misure libere.
        Una Commissione di critici d’arte ed operatori del settore selezionerà le opere presentate dagli artisti partecipanti, onde garantire il miglior livello qualitativo.
        Sarà stampata una documentazione illustrativa dell’evento e, se economicamente possibile, anche un catalogo a colori con tutte le opere presentate.
        Oltre che con inviti, locandine, banner e manifesti, sarà data massima diffusione all’evento anche mediante il supporto dei vari “media”, compresi il Web ed i Social Network.
        Saranno coinvolti anche alunni e studenti delle Scuole principali, fra cui gli Istituti d’Arte del territorio, che saranno invitati a presentare elaborati sul tema proposto.
      • Cultura
        Per agevolare il percorso creativo dei partecipanti, nei mesi precedenti la mostra, saranno organizzati incontri, dibattiti, proiezioni con la partecipazione di scienziati, professori, artisti, critici d’arte e giornalisti.
      • Musica
        Poiché, fin dagli inizi della sua fondazione, l’attività culturale del Circolo ha sempre avvicinato in una simbiosi armonica l’Arte figurativa e la Musica, anche in questa occasione si prevedono momenti musicali attinenti a questo importante tema. Imponente ad esempio l’apertura del filmi “2001 Odissea nello Spazio” con il brano di Richar Strauss “Also sprach Zarathustra”. Anche quest’anno si terrà un concerto vocale con una nota corale del Ponente ligure.
      • Letteratura
        Durante il periodo espositivo, ed in concomitanza con il concerto vocale, sarà presentata l’opera prima del dott. Marco Battistini, laureato in Teologia e in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo. Il libro si intitola “Un accordo tra luoghi teatrali” e racconta come il teatro non possa essere relegato in un ambito a sé stante, perché esso implica dei risvolti politici, antropologici e sociali, e costituisce una possibile base per l’ecologia e per il mantenimento delle condizioni della vita. Al suo interno sono numerose infatti le citazioni sul teatro greco antico, su Omero e sulla musica di quel tempo. Come un novello Ulisse, l’autore, in chiusura del suo libro, afferma che “le domande non finiranno mai, e noi non dobbiamo rinunciare a cercare e a trovare delle risposte”.
      • Internazionalità
        Oltre agli artisti già citati, di nazionalità rumena, polacca, slovena, tedesca, argentina e guatemalteca, sempre nell’ottica dell’internazionalità, sarà presente alla manifestazione anche una rappresentanza di artisti teatrali dell’Università di Torino, guidata dalla regista, attrice e coreografa finlandese Ulla Alasjärvi, codirettrice del CSD/Teatro Espace di Torino.
      • Laboratori
        Potranno essere realizzati dagli artisti del Circolo laboratori di ceramica e di pittura, sia nelle Scuole che all’aperto, in modo da poter coinvolgere direttamente partecipanti e pubblico nel mondo dell’arte e delle sue varie tecniche.
      • Scuole
        Ribadiamo con forza il concetto basilare che il miglioramento sociale non può che iniziare dai giovani, futuri artefici della società del domani. Pertanto sarà proseguita e potenziata la collaborazione del Circolo con le Scuole, con le quali in passato si è già attivamente operato.
  1. DESTINATARI
      • giovani dalle Scuole dell’Infanzia all’Università;
      • professori e maestri;
      • artisti e soggetti europei ed extraeuropei;
      • adulti e anziani di qualsiasi estrazione culturale;
      • turisti italiani e stranieri soggiornanti nella nostra Regione;
      • Uffici di Informazioni Turistiche;
      • esperti d’arte, galleristi e collezionisti;
      • giornalisti, addetti stampa, comunicatori e operatori dell’informazione, pubblicitari;
      • fotografi, editori, imprenditori;
      • dirigenti d’azienda, amministratori pubblici e privati, politici;
      • portatori di handicap e individui disagiati;
      • mondo dell’associazionismo;
      • estimatori ed “amici” dell’Arte e della Cultura in tutti i loro aspetti …

  1. RISORSE UMANE E STRUMENTAZIONI UTILIZZATE PER LA REALIZZAZIONE DELL’INIZIATIVA
    A seconda dei proventi economici che il Circolo riuscirà a reperire, le risorse umane impiegate per la realizzazione del progetto in esame potranno essere le seguenti:
    ideatori del progetto, artisti, attori, critici d’arte, galleristi, traduttori, tipografi, esperti web, grafici, tecnici del suono, giornalisti, cameramen ed addetti alla logistica, studenti e docenti.
    La strumentazione da utilizzare allo scopo si comporrà di:
    computers, macchine fotografiche digitali, videocamere, videoproiettore, schermo per proiezioni, microfoni, impianto voce hifi ed impianto luci.

  2. EVENTUALE CONTINUITÀ DELL’INIZIATIVA
    Si prevede la possibilità di presentare la Mostra in varie strutture prestigiose, sia nella nostra regione che nelle altre, e anche all’estero, dove il Circolo conta un buon numero di soci, soprattutto in Polonia, Romania, Slovenia e nell’America Latina, allo scopo di effettuare importanti scambi interculturali.

  3. ENTI COINVOLTI
    Comune di Savona »
    Provincia di Savona »
    Regione Liguria »

Garlenda, 04.11.2014

Il Presidente
Carmen Spigno

 


ULISSE ‘69
rientra nell’ambito dei progetti artistico-culturali di interesse internazionale
del Circolo Artistico
"Amici nell’Arte" © 2001-2015
noprofit di Garlenda/Albenga


 

 documenti correlati


Documenti allegati

 Progetto artistico-culturale della mostra »
 Regolamento per la partecipazione alla mostra »
 Modulo di iscrizione alla mostra e manleva »

 

« PrecSucc »


versione senza grafica
versione pdf





Copyright © Pascal McLee 2000-2017. All Rights Reserved.
Amici nell Arte noprofit - C.F. 90034540097
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni