amarcord.amicinellarte.it
English Version Versione in Italiano 
Visitatori: 5.470.847
Mercoledì, 16 Ottobre 2019


PRIMO PIANO

SOCI

GALLERIE PERSONALI

CALENDARIO

PRESS ROOM

LINKS

LOGIN
Ricorda Login 

CERCA NEL SITO

Ricerca avanzata > 



HUMOR'S CORNER

SEGNALA UN EVENTO

IN EVIDENZA


ISCRIVITI AL SITO

COME ASSOCIARSI

*PAYPAL*

CERCO / OFFRO

PRIVACY

AGGIORNAMENTO
15 Settembre 2017





ATTUALITA'

« precsucc »

La Piojera
un bar a Santiago del Cile
bellissimo murale che illustra con colori vivi e forme accattivanti lo "spaccato" della clientela cilena che lo frequenta

Un carissimo amico è appena tornado da un viaggio di due settimane in Cile e ci ha portato un paio di immagini che forniscono un’ottima idea della qualità della vita a Santiago del Cile.

Il locale si chiama “La Piojera” e di seguito sono riportati gli scatti al bellissimo murale all’esterno dell’esercizio.

clic per ingrandire

clic per ingrandire

 cliccare sulle immagini per ingrandirle  

“La Piojera”

La Piojera (precedentemente chiamato ufficialmente Ristorante Santiago Antiguo) è un bar vecchio e rinomato del Barrio Chino, vicino alla stazione Mapocho nel comune di Santiago (Cile). Si trova in Calle Aillavilú 1, quasi di fronte al Mercato Centrale. Si tratta di una famosa “Pica” in Cile (rappresentante della cucina del paese), un simbolo della “cultura guachaca” (un tipo di cultura popolare urbana cilena) e “spirito repubblicano”, vale a dire, l’icona della cosiddetta “chilenidad”.

antefatti

In Cile, come in molti altri paesi latino-americani, i bar sono stati un fenomeno sociale popolare fin dai tempi antichi, e segnato, in qualche misura, la cultura e le abitudini di molte generazioni. Tradizionalmente, bar come questo sono stati luoghi di incontro e di riunione informale, frequentato ogni giorno da un pubblico prevalentemente maschile. Nonostante la sua notevole importanza come centri sociali, bar tendono ad essere interrogato come propagatori di vizi come l’alcolismo, il fumo e il gioco d’azzardo. Il termine “Piojera” è stato utilizzato in Cile per riferirsi a qualsiasi posto che era notevolmente insalubre.

La proprietà è stata acquistata nel 1916 da Carlos Benedetti Pini e da allora, resta nelle mani della sua famiglia, però, locale e ha lavorato come bar dato 1896. La caratteristica più importante di questo bar è il suo legame con le tradizioni del basso popolo Santiaguiño, e nello stesso tempo con la storia repubblicana e culturale della nazione cilena.

origini del nome

Il nome “Piojera” (dapprima soprannome, poi nome ufficiale) gli è stato attribuito da Arturo Alessandri Palma nel 1922, quando, pur essendo presidente del Cile, fu stato invitato dai suoi amici per avere un paio di drink qui. Vedendo l’aspetto del povero bar e il tipo di persone che frequentava il posto (soprattutto proletariato), avrebbe esclamato: “Ma in quale postaccio mi hanno portato?”. Da allora fu acquisito quel nome. Successivamente altri presidenti hanno visitato il luogo, tra cui: Juan Antonio Ríos, Eduardo Frei Montalva, Salvador Allende e Eduardo Frei Ruiz-Tagle.

frequentatori

Tuttavia, frequentatori abituali del bar sono sempre stati artisti famosi, fra i quali Francisco Coloane, che era uno dei suoi visitatori regolari, ed il cantante d’opera Ramon Vinay, che non disdegnava di interpretare alcune delle arie verdiane appollaiato su un barile di birra. Cronache della stampa ricordano che il pittore Pacheco Altamirano è stato un altro cliente abituale. Negli anni ‘80, alcuni poeti improvvisavano letture delle loro opere nel bar, tra cui Jorge Teillier, Rolando Cárdenas, Álvaro Ruiz e e Aristotele España. Rokha Paul ha vissuto molti anni ad un isolato dalla Piojera, ma non si è certi che fosse un cliente di questo bar.


« precsucc »


versione senza grafica
versione pdf

  Spedisci ad un amico






Copyright © Pascal McLee 2000-2017. All Rights Reserved.
Amici nell Arte noprofit - C.F. 90034540097
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni