amarcord.amicinellarte.it
English Version Versione in Italiano 
Visitatori: 5.471.132
Mercoledì, 16 Ottobre 2019


PRIMO PIANO

SOCI

GALLERIE PERSONALI

CALENDARIO

PRESS ROOM

LINKS

LOGIN
Ricorda Login 

CERCA NEL SITO

Ricerca avanzata > 



HUMOR'S CORNER

SEGNALA UN EVENTO

IN EVIDENZA


ISCRIVITI AL SITO

COME ASSOCIARSI

*PAYPAL*

CERCO / OFFRO

PRIVACY

AGGIORNAMENTO
15 Settembre 2017





INTERVISTE

succ »

Sandro Ristori
Galleria Ristori - v.le Martiri della Liberta', 28 - 17031 Albenga (SV)
La Galleria Ristori in viale Martiri ad Albenga ospita fino al 20 ottobre 2007 la mostra di Albrecht Dürer. Le opere esposte sono incisioni originali, xilografie e acqueforti realizzate tra la fine del 1400 e i primi del Cinquecento

Il personaggio del giorno
Sei domande a Sandro Ristori

Mostra su Albrecht Dürer

A.A. Il perché di una mostra su Dürer e quali i motivi che hanno indotto all’esposizione delle sue opere?
S.R. Nel 1997 quando inaugurai l'apertura della galleria, una mostra di Albrecht Dürer poteva essere considerata solo un sogno, difficile da realizzare. Negli anni seguenti, grazie sopratutto all'entusiasmo di alcuni collezionisti, ad un po' di fortuna e molta pazienza, siamo riusciti a raccogliere alcune tra le opere più significative dell' artista e così a dieci anni di distanza, ecco la mostra.

A.A. Quali sono i contenuti della mostra, numero di opere, tipologia, tecnica, dimensioni, periodo di realizzazione?
S.R. Le opere esposte sono una decina, tra xilografie e bulini, tutte realizzate tra la fine del quattrocento e l'inizio del cinquecento. Salvo che per alcune serie che prevedevano un progetto editoriale con testo in latino, le più pregiate, venivano impresse da Dürer man mano che gli venivano richieste. L'opera più importante esposta è Melencolia I.

A.A. Quali sono gli obiettivi e le aspettative, ovvero la possibilità di divulgazione di determinati canoni artistici nel nostro territorio?
S.R. Sono sicuro che una mostra di questo spessore, provocherà interesse di pubblico e di critica, come è già avvenuto in altre occasioni con mostre di Picasso,  Mirò e Rauschenberg.

A.A. Il panorama artistico ad Albenga e nel Ponente ligure, in generale. Albenga vista soltanto come comune prettamente agricolo?
S.R. Albenga da questo punto di vista è una comunità come tante altre, carente in strutture dedicate all'arte e fino ad ora con poche iniziative, salvo alcuni casi e grazie all'impegno di pochi. Si ravvisa solo ora un progetto diverso per i tempi a venire che speriamo riesca a decollare. Credo semplicemente che ad Albenga sia sempre mancata l'offerta sia privata ma sopratutto pubblica.

A.A. Il “mestiere” di gallerista: è difficile essere gallerista ad Albenga? Un po’ di storia della galleria ed il percorso di Sandro Ristori nell’arte.
S.R. L' apertura della galleria risale al febbraio del novantasette, con un' intenzione commerciale ma anche culturale, ben presto mi sono reso conto della necessità di molti tra privati, enti scolastici ed  associazioni varie, di approfondire di più le iniziative che proponevo, così grazie all' aiuto di validi collaboratori abbiamo ampliato l'aspetto didattico delle rassegne con visite guidate, seminari o semplici serate a tema che hanno prodotto ottimi risultati.

A.A. Conclusioni. Quali sono le valutazioni per un eventuale o possibile miglioramento nella diffusione dell’arte nel tessuto socio-politico, alla luce del particolare contesto storico attuale?
S.R. In conclusione sono convinto che qui, come altrove ci si debba impegnare a potenziare l'offerta sia privata che pubblica, che coinvolga tutti e che offra un'autentica alternativa ai centri commerciali.


succ »


versione senza grafica
versione pdf

 





Copyright © Pascal McLee 2000-2017. All Rights Reserved.
Amici nell Arte noprofit - C.F. 90034540097
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni